Margarethe Held

MARGARETHE HELD (1894-1981, GERMANIA)

Nel 1925 Margarethe Held è entrata in contatto con gli spiriti: riuscì a comunicare con il suo defunto marito ed il padre. Nel 1950, all’età di cinquantasei anni, ha iniziato a disegnare. Il risultato fu un insieme di quattrocento disegni a pastello completati nell’arco di soli quattro mesi, tutti realizzati grazie al contatto con gli spiriti. Siwa le ordinò di mostrare agli altri mortali, attraverso le sue composizioni, che l’universo contiene segreti, che ogni essere ha un destino ben preciso e che nulla succede senza una ragione. Più tardi gli spiriti le fecero scrivere un libro in cui lei doveva descrivere i messaggi ricevuti, i suoi viaggi su Giove e sugli altri pianeti.
I volti disegnati da Margarethe Held somigliano a maschere rappresentanti la morte, gli dei, gli spiriti e i folletti. Nella sua “iconologia” sono presenti spiriti della “buona morte” che possiedono un potere protettivo magico, ma anche gli spiriti della “cattiva morte” che causano calamità e disastri. Altre figure sono gli elfi, maschi e femmine, la cui funzione è quella di aiutare le persone nel loro lavoro.

Photos:
1) Sophia, Priestress in the Temple of Pallas Athene, u.d., chalk on paper © Sammlung Zander, Bönnigheim
2) Survimmas, God of the weather, u.d., chalk on paper © Sammlung Zander, Bönnigheim
3) Uzovar from Hungary, u.d., chalk on paper © Sammlung Zander, Bönnigheim

Articolo creato 189

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto