J.J. Cromer

J.J. CROMER (1967, USA)

L’artista autodidatta J.J. Cromer , nato nel 1967 , ha trascorso gran parte della sua vita nella zona degli Appalachi. Ora vive in una piccola fattoria a Pound, Virginia, dove alleva anatre e oche con la moglie. Dopo aver conseguito un master in scrittura creativa, ha lavorato come bibliotecario.
Nel 1998, frustrato del suo lavoro, ha iniziato a utilizzare pastelli ad olio per creare figure aventi legami con l’ecologia. Le sue prime opere sono fortemente colorate e ricche di contenuti figurativi o disegni luminosi, arricchiti da collage e segni eterei. Cromer, in seguito, ha cominciato a combinare varie tecniche creando opere audaci con forme rimembranti cieli e paesaggi. Spesso recupera parti dei suoi lavori precedenti attraverso l’utilizzo del collage o ricostruendo la composizione stessa. Simile alle 26 lettere dell’alfabeto, tale tecnica permette di creare infinitamente opere d’arte attraverso la riorganizzazione di specifiche forme, linee e colori, dai suoi lavori precedenti. 
Egli descrive le sue preoccupazioni ambientali in modo volutamente ambiguo, incoraggiando in ciò gli spettatori ad applicare le proprie esperienze di vita per farne fuoriuscire i significati.
La rivista Raw Vision ha dedicato un articolo a J.J. Cromer nel suo numero autunnale del 2010.
Le sue opere sono inserite nell’High Museum of Art, all’American Visionary Art Museum, all’Intuit: The Center for Intuitive and Outsider Art, e al Taubman Museum of Art.

Photos:
1) I do indeed enjoy the pranks of your vibrations, 2013
2) Turkey trot, 2013
3) Snakeskin and marble, 2013
4) The ejected reprobate, 2013
5) A mouth for curing, 2013
6) How to milk a flint rock, 2013

Articolo creato 189

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto