Gregory L. Blackstock

GREGORY L. BLACKSTOCK (1946, USA)

L’artista autistico Gregory L. Blackstock, nato a Seattle, ha iniziato a disegnare regolarmente a circa 40 anni, studiando il mondo intorno a sé come un antropologo. La sua memoria prodigiosa gli permette di ricordare visualmente oggetti, composizioni musicali e lingue straniere. Impara copiando ciò che vede, argomento per argomento, pezzo per pezzo. Per Blackstock il mondo è fatto di innumerevoli cose che devono essere identificate e ordinate.

Egli reinterpreta l’universo nella penombra della sua disordinata abitazione. Con le persiane chiuse e le tende tirate giorno e notte, si ritira nella solitudine silenziosa per lavorare.
Blackstock ha lavorato per venticinque anni in un club sportivo, arrotondando le entrate suonando la fisarmonica per strada e realizzando disegni sporadicamente apparsi nel giornale del club. A poco a poco le sue composizioni hanno occupato sempre più del suo tempo e, dopo il suo ritiro, nel 2001, sono diventati parte integrante della sua quotidianità, un vero e proprio lavoro eseguito a tempo pieno.

© Greg Kucera Gallery, Seattle
© Collection de l’Art Brut, Lausanne
© Garde Rail Gallery, Austin
© Collection de l’Art Brut, Lausanne
© Greg Kucera Gallery, Seattle
© Greg Kucera Gallery, Seattle
© Collection de l’Art Brut, Lausanne

Articolo creato 189

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto